mercoledì 18 luglio 2007

il calamaro

Mi aveva detto che sarebbe tornato per le 21. Alle 22 ero ancora sola con il mio libro. Quando finalmente mi decido. Avevo lo stomaco che brontolava da ore, così presa dalla disperazione ho aperto il frigo e ho affondato un cucchiaio nel polipo all'insalata, precedentemente preparato. Mentre sto per gustare il mio delizioso antipastino sento le chiavi nella toppa. "Sia lodato il cielo, lui è tornato a casa". In due secondi ho apparecchiato la tavola e in cinque minuti abbiamo finito di cenare. Niente brace, ma calamari alla piastra. Che se devo dirla tutta non erano nemmeno questo granché. Ma è mai possibile che è diventato così difficile trovare un buon pescivendolo?

1 commento:

Elle ha detto...

qua non esistono nemmeno ahahahaha nè i calamari nè i pescivendoli:P
(vabbè qualcuno ce ne sarà anche di pescivendolo ma sarà nascosto probabilmente)