lunedì 23 luglio 2007

festa di laurea

Sabato sera, ad una festa di laurea, ho imparato due cose dallo zio della festeggiata.

1. La cottura del polipo
Ho assaggiato il polipo all'insalata cucinato dalla mamma della mia amica fresca fresca di laurea. Era tenerissimo, che quasi si scioglieva in bocca. Così sono andata da lei a chiederle dove l'avesse comprato. Peccato che la pescheria fosse lontanissima da casa mia. Lo zio si è inserito nella chiacchierata, spiegandomi come cucinare il polipo senza farlo indurire: una volta acquistato, pulirlo e metterlo nel freezer per due/tre giorni. Dopodiché bollirlo nell'acqua, come sempre, aggiungendo un tappo di sughero. Questo raccoglie tutta la schiuma del polpo, evitando che penetri nei tentacoli rendendoli duri. Sia il freezer che il sughero aiutano il polpo a diventare tenerissimo... Saperlo prima no??

2. Come rendere piacevole il post sbornia
Al mattino, quando hai quel cerchio alla testa che ti distrugge la salute, e quel sapore amarostico in bocca, basta mangiare una banana. E come per magia, pare che passi tutto. Saperlo prima no????

Sempre sabato sera, è successa una cosa degna di nota.
Lui era lì, su una sedia, bicchiere pieno di vino in una mano, e piatto pieno di parmigiana di melanzane nell'altra. E' stato un attimo, un istante solo, e non era più seduto accanto a me, ma steso col culo a terra. La sedia ha ceduto, spaccandosi letteralmente a metà. Lui è stato talmente bravo da non rovesciarsi nè il vino nè il contenuto del piatto addosso. In compenso ha distrutto una pianta grassa, sotto l'occhio languido del famigerato zio, che seguiva l'azione in silenzio, da un angolino del terrazzo. Penso che avrebbe voluto ucciderlo con le sue mani. Anche quando ho versato la coca cola a terra. E quando lui ha versato il vino a terra. E quando la fiaccola proprio nella pianta dietro di noi ha preso fuoco (daccordo che eravamo nei paraggi, ma non c'entriamo nulla eh!). Per ringraziare lo zio di non aver commesso omicidi, mi sono esibita, accompagnandolo, in una performance neomelodica molto colorita. Le casse diffondevano la voce di Maria Nazionale, ed io verrò ricordata come "quella ubriacona che cantava Scema io te voglio bene". Mitica.

5 commenti:

la Simo ha detto...

Quella del polpo in freezer la sapevo, ma quella del tappo di sughero no! :-O
Io so che devi farlo raffreddare nella sua acqua, dopo averlo bollito.. proverò anche a mettere il tappo, prossima volta :)

Bellissima la scena alla festa.. certe volte la telecamera è ciò che manca per immortalare i veri momenti topici :D

lei ha detto...

eeeeh... ma ci sono le foto!!! Prima o poi me le farò dare :-)

la Simo ha detto...

Vorrei anche un campione di purpo!! :D

MasterMax ha detto...

Azz. quella del polipo non la sapevo. Sapevo del freezer, ma non del tappo. Indagherò al prossimo

lei ha detto...

Mastermax, ci proverò anch'io! Ma visti i risultati con la banana mi sa che c'è da fidarsi anche con il tappo di sughero :-)