lunedì 21 gennaio 2008

la stanza dedicata

Acquistammo casa un paio d'anni fa, ricavando anche una stanzetta che sarebbe dovuta essere quella di un più che futuro pargoletto. Tutta colorata, verde mela e bianca, ha già un letto che finora è stato utilizzato da svariati ospiti, una zanzariera da soffitto, quadri e quadretti, disegni e disegnini. Ora finalmente quella stanza ha un nome: magazzino abbandonato. Ci lavoricchio da giorni ormai, ed è così che lui la chiama. E invece di darmi una mano a sistemare borse e borsette, sciarpe, spille e gomitoli di lana, ha ben pensato di mettere in piedi il suo studio fotografico proprio lì dentro. Quindi ora la stanzetta del nostro più che futuro figlio viene ad oggi presentata a chiunque come magazzino abbandonato con studio fotografico incorporato.
Non pensavo che mi sarei fatta prendere così la mano. Non pensavo che cucendo cucendo mi sarei tanto appassionata e divertita nel creare gingilli e pupazzi. E sapere che lui è felice di fotografare i miei risultati, vedendoseli poi pubblicati sul web, mi rende fiera, come donna moglie e compagna di vita. Sono contenta che a lui piaccia ciò che faccio, e lui è contento che a me piaccia ciò che fa lui. Detta in poche parole: mi sto infeltrendo.

6 commenti:

laPitta ha detto...

direi che è una dichiarazione d'amore incrociata :-) bello però, avete trovato il modo di coltivare insieme ognuno la propria passione!

Adynaton86 ha detto...

C'è tempo per la figliolanza... e poi le stanze si possono riciclare in tantissimi modi! Fino a quando non arriva il pupo.. e lì la camera diventa irreversibilmente SUA. Fai tu :P
Baci!
Ady

la Simo ha detto...

Io ho avuto una stanza di mezzo e una stanza dei paciughi.. ora per uno spazietto in più farei carte false!
E' bello che abbiate combinato gli hobby intorno al vostro magazzino, tanto il figlio è più che futuro quindi non c'è ancora nessuno che attenti al vostro spazio extra! ;D

lei ha detto...

@lapitta: già! Ho trovato il modo per fargli usare la macchina fotografica che altrimenti sarebbe finita nel dimenticatoio come è accaduto all'elicottero, proprio come avevo previsto :-D

@ady: forse non ti è chiaro... lui lo chiama "magazzino abbandonato" perché io l'ho riempito di cianfrusaglie :-D E poiché me le fotografa ha pensato bene di aggiungerci anche lo studio fotografico. Che peraltro occupa due sedie della cucina e un tavolino. Nsomma ho la casa sottosopra! ;-)

@simo: è proprio quel "più che futuro" che a volte mi spaventa... e se decidessimo di non averne per nulla? O se ci decidessimo troppo tardi? mah... boh! ;-)

`°*ஜღ moka ♥ღஜ*°´ ha detto...

ciao! capito qua per la prima volta, carino questo blog! io sono sposata da appena 4 mesi.... ciao ciao!

lei ha detto...

@moka: ciao moka gattofila!! Auguri!!! ;-)