sabato 17 novembre 2007

rassegnazione

Lo bacio sulla fronte. E' il mio usuale saluto del mattino. Gli accarezzo il viso, lo guardo un'ultima volta rimboccandogli le coperte, gli sussurro un "Ciao amore, non fare tardi" ed esco di casa. Ma ieri sentendosi salutare è rinvenuto, e con una flebile voce mi ha risposto "Che palle, oggi mi tocca andare da Castorama per lavoro".
Già, che palle eh? Per te che ami con tutto te stesso quei capannoni pieni di cianfrusaglie da bricolage, che affiancano Mc Donald's e negozi di elettronica... che stress ti toccherà affrontare, poverino. Ti immagino ansimante tra gli scaffali mentre cerchi esclusivamente quello che serve al tuo capo, stremato dall'eccessiva pubblicità che fa capolino ad ogni angolo bombardandoti di super offerte, mentre vorresti stare al posto mio, dietro ad una scrivania, davanti ad un monitor, per otto ore di fila. Si, ti immagino. Povero, povero tesoro del mio cuore.
Sono sicura che avresti preferito di gran lunga attendere l'autobus alle 8 del mattino per mezz'ora, ghiacciandoti come acqua nel freezer, per accorgerti che non sarebbe mai arrivato e così decidere di prendere il treno per fare un paio di fermate e riprendere il pullman che ahimé era rotto, e attendere 3/4 d'ora che ne arrivasse un altro, e finalmente alle 9.30 giungere a pochi km dall'ufficio e rimanere bloccato da un bus incendiato dal quale scendevano decine e decine di viaggiatori per salire sul tuo, saturo d'aria di puzzo e di persone, e arrivare alle 10 al lavoro, dopo due ore di estenuante viaggio, in ovvio ritardo. Si, l'avresti di certo preferito.

Alle 11 mi rendo conto che hai fatto prima di me a giungere a destinazione, accorgendomi che il cellulare squillava facendo lampeggiare il tuo nomignolo sul display.

Lei: "Uè scè tutt'a posto?"
Lui: "Si senti una cosa velocissima, vedi su internet quanto costa la stampante Canon pdhgsp?"
Lei: "Si, aspè..."
Lui: "Muoviti."
Lei: "Sta sui 70 euro."
Lui: "E le opinioni cosa dicono?"
Lei: "Che è un'ottima economica cacata."
Lui: "Ok, ora vedi quanto costa la Epson ldhfaif."
Lei: "Mmm... 100 euro circa."
Lui: "Opinioni?"
Lei: "Buone, ma considera che in generale la Epson è un'ottima stampante."
Lui: "E vedi pure la Canon ojhasvj..."
Lei: "Ma fammi capire... perché non chiami il vostro informatico e chiedi a lui tutte ste stronzate??? Io ho da lavorare!"
Lui: "Veloce, dai."
Lei: "Costa all'incirca 60 euro, sempre economica cacata."
Lui: "Ma stampa anche foto A4?"
Lei: "E che cazzo ne so??? Non c'è scritto sulla confezione???"
Lui: "Qui dice solo 15x15 però sulla foto c'è un A4 che esce dalla stampante."
Lei: "Senti non lo so, non me ne frega e mo fammi lavorare."
Lui: "Vabbè cià."

Non passano due minuti che comincio a chiedermi da quando in qua Castorama avesse messo in vendita stampanti. Bah. E perché le commissioni nei centri commerciali toccassero sempre al mio povero marito rimaneva un Mistero della Scienza.

A cena lo aspetto fino a tardi, con un risotto ormai diventato colla, e vino rosso a tenermi compagnia. Si presenta alle 22, trionfante e sorridente, venendomi incontro con un enorme scatolo tra le mani. I miei occhi si spalancano con veemenza, il battito del cuore accelera, le mani mi iniziano a prudere.

Lei: "Cazzo fa quella stampante in questa casa????"
Lui: "Come che fa???"
Lei: "Non era dell'ufficio????"
Lui: "Era per noi!"
Lei: "NOI???? Quando avrei dovuto capire che quella cacata su cui mi chiedevi consulenza era NOSTRA?????"
Lui: "Ma io..."
Lei: "E poi io la stampante ce l'ho già, ed è pure una dio di stampante!!!"
Lui: "Pensavo di toglierla e di tenere questa..."
Lei: "EEEEEHHHHHH? Ma il film quando è iniziato? La regia di chi è?? Chi cazzo ti ha detto che la mia stampante non la volevo più??????"
Lui: "Ma io pensavo avessi capito per telefono che si trattava della stampante per casa nostra..."
Lei: "Già. Ti ho fatto da consulente per ritrovarmi una cacata in casa che tra due giorni ti romperai già le palle di usare. NO. Non la voglio, venditela. Riportala indietro. Vedi tu ma qui non c'è posto per lei."

Sono appena passate 24 ore circa, e lui è accanto a me che sta giocando con il nuovo gingillo, che s'è fregato mezza risma di fogli A4 per fargli sputare inchiostro e che ha pure avuto il coraggio di rubare il MIO cavo usb della MIA stampante che giace lì, inerme, davanti alla sfilata di una bonazza fuori ma stronza dentro dalle cartucce fiammanti e dagli ugelli allineati manco fossero esperti militanti.

E ora finalmente posso anch'io dare la mia seria e meditata opinione dopo aver visto una foto stampata con la Canon PIXMA MP180: avevo ragione, è una grandissima economica cacata.

7 commenti:

sottiletta0 ha detto...

Uomini...gli basta avere qualcosa di tecnologico e nuovo e perdono la dignità...ma porca miseria...

la Simo ha detto...

Guarda che Illo è tremendo.. ma quante str.. ehm.. quante cose vuole fare entrare in casa vostra??
Se continua così ti toccherà requisirgli carta di credito e bancomat, e farlo girare con pochi spiccioli al giorno! :-D

laPitta ha detto...

che vuoi, questo è quello che ci tocca pagare perché abbiamo un marito tecnologico :-) e che dovrei dire io che mi è tornato a casa con la wii e adesso gioca a tennis seduto sul divano e talvolta assume la posizione plastica del giocator di baseball? l'unica consolazione è quando il test gli attribuisce un'età intorno ai 70 anni!!!

La segretaria perfetta ha detto...

Lui: "Pensavo di toglierla e di tenere questa..." Te lo giuro: sono U-G-U-A-L-I!!!! Ma porca paletta........ però almeno così mi consolo! ;P

lei ha detto...

@sottiletta: hai reso perfettamente il concetto. Il mio uomo la dignità non sa nemmeno dove sia di casa. :-D

@simo: e pensa che ora s'è fissato che deve rompere il salvadanaio! Quindi di spiccioli ne avrà in gran quantità! Sono una donna finita :-D

@lapitta: e solo quello ci manca!!!! No no... se entra la wii esce lui, garantito.
Che già mi basta vederlo rincitrullire davanti ai giochini al pc, figuriamoci a tirare palle al bowling su quell'aggeggio infernale :-D Giovane il tuo ometto!! ;-)

@segretaria: amo la solidarietà femminile. Grazie di esistere. :-D

MasterMax ha detto...

La differenza tra un uomo e un bambino è solo nel costo dei giocattoli che compra. Per l'uomo al contrario dei cani, sette anni ne valgono uno.
Io ho circa 4 anni e mezzo :D

lei ha detto...

@max: vorresti dire che anche lui ne ha 4? Beh mi sa che ti sbagli di grosso, perché se non ricordo male ne ha 1! E' ancora allo stadio del "ghe ghe ghe", manco la parolina LEI riesce a pronunciare! tzè!