sabato 29 settembre 2007

apri la porta chiudi la porta

Ci siamo svegliati con l'intenzione di rilassarci sotto la doccia, uno alla volta ovviamente (sono finiti i tempi della doccia a due, ormai siamo sposati, certe cose non si fanno più eh).

Lui: "Prima io"
Lei: "No, tu dopo, prima io"
Lui: "Tu ci metti tre ore ad asciugarti tutti quei capelli"
Lei: "E tu ci metti tre ore sotto la doccia, potresti riempire il Trasimeno con tutta l'acqua che consumi!"
Lui: "No, prima io e basta"
Lei: "Fanculo"

Ed è iniziata la fuga dal letto, dritti verso il bagno e verso il sospirato gabinetto. Almeno lì l'ho avuta vinta, ho fatto pipì per prima! Ah-ah.
Ho aspettato con pazienza la notizia al TG1 della sciagura che s'era abbattuta sul Trasimeno, per poi cominciare la lotta per il monopolio del lavandino. Era il momento di lavarsi i denti. Sgomita di qua, sgomita di là, alla fine ce li siamo lavati insieme, in un'orgia di Mentadent che ha sporcato l'impossibile, con lui che mi dava lievi testate per centrare lo sputacchio nel buco dello scarico. E' stato lì che ho notato il suo spazzolino. Li compro sempre per tutti e due, li rinnoviamo insieme. Questi li ho presi ad agosto. Il mio sembra nuovo, il suo sembra uno spazzolone per il gabinetto. E non perché si lava i denti più volte di me, ma perché lo usa come una zappa sull'orto. Quasi ad espiantarsi le radici dei denti. Vabbè, contento lui, non pensasse però che glielo compro prima che si consumi il mio eh.
Mentre sto per entrare sotto la doccia lui spunta dalla porta vestito di tutto punto. "Scendo, vado in edicola, forse non tornerò mai più". Deficiente.
Credo di aver chiuso l'acqua dopo soli 5 minuti, tra il vapore appannante e un rassicurante tepore. Riesco a combattere con i nodi dei miei capelli, da cui raccolgo una matassa talmente folta che sembra un gomitolo di lana. Tutta colpa dell'autunno. La porta del bagno si apre. "Guarda che ho comprato? Volver di Almodóvar, così ce lo vediamo stasera". Chiudo la porta da cui entrava aria gelida blaterando un "Già ce l'abbiamo e già l'abbiamo visto". Lui riapre la porta. "Ma che dici?? Tu bevi troppo vino, non ce l'abbiamo né tantomeno l'abbiamo visto". "Si si vabbè vai a controllare". Chiudo la porta. Nemmeno un minuto che lui la riapre tornando trionfante dalla ricerca nell'archivio dvd a parete. "Visto? Non ce l'abbiamo, tu nun staie buon' c'a cap' (il tuo cervello bacato non funziona a dovere, ndr)". "Allora l'ho già visto IO ok? Mo vuoi chiudere sta porta che mi hai fatto prendere un accidente?". E io che mi preoccupo di tenerlo al calduccio quando si doccia. Cretina.

6 commenti:

Davide ha detto...

Ma poi fate anche la corsa per chi arriva prima ai cereali a mò di pubblicità? :-)

Elle ha detto...

buon weekend cari, io me lo sto passando a letto con tanto di febraccia:(( dopo due settimane di raffreddore pensavo di essermela scansata e invece:-(

MasterMax ha detto...

L'errore è non farla assieme ;) Sposati da 8 anni (oggi) e la doccia si fa ancora assieme (ovviamente mentre il bambino dorme ;)
Buona domenica!!

lei ha detto...

@davide: fortunatamente per lui io non faccio colazione ;-)

@elle: ma che mi combini?? prima io poi tu? e tra un po' mi sa di nuovo io!! Ho ancora i postumi di una faringite più che acuta che si sta trasformando in un mostro! Fatti forza che passa tesoro!! E baci all'angioletto!!! :-*

@mm: ehm... avendo una doccia più grande si potrebbe anche pensare di farla insieme. Diciamo che preferiamo posti meno angusti ;-) Buona domenica anche a te, al piccolo rosso e alla tua fortunata moglie!

FairyVisions ha detto...

Ahahah, mi hai fatto troppo ridere! Noi invece al mattino siamo ESTREMAMENTE rincoglioniti(e quando dico estremamente intendo veramente tanto, tipo che durante la settimana per ricordare al mio compagno di prendere la bottiglia d'acqua da portarsi in ufficio devo mettere un biglietto sul frigo, uno sulla bottiglia dentro il frigo e a volte anche sulla maniglia della porta! Se poi cambio disposizione di panino e bevande per il suo pranzo devi mettere i messaggi stile caccia al tesoro!), l'unica gara che facciamo è a chi riesce a mettere più latte nella tazza prima che finisca (leggasi: dimentico sempre di comprare il latte!) :D

lei ha detto...

@fairy: piacerebbe anche a me imbastire una caccia al tesoro al mattino, ma tanto a lui il cervello entra in funzione solo una volta uscito di casa, per cui sarebbe tutta fatica sprecata :-D