giovedì 12 luglio 2007

il primo piatto

Mi sono lasciata trasportare dall'arancio di una zucca. Su quel menu, tra i righini verdi e i fronzoli antiquati, c'era un primo che mi ha allettato:

Vulcani con zucca e cozze


Ora ditemi come si fa a mangiare una pizza quando puoi gustare una golosità del genere. Appunto.
L'unica cosa che non capivo, era cosa fossero questi "vulcani". Pasta. Volgare pasta di forma sbilenca, che giusto per onore alla città è stata chiamata vulcano. Buona però. Cara ma buona.

4 commenti:

la Simo ha detto...

L'importante è chiamare le cose con un nome accattivante.. magari erano conchiglie girate, però potevano sembrare vulcani (un po' arrotondati :P).
Zucca e cozze.. mh, non deve essere male come abbinamento :D

lei ha detto...

guarda, ci avrei aggiunto giusto una spolverata di pecorino... ma erano la fine del mondo! Ha gradito anche la mia maglietta!!!!!!!!!!

lisa ha detto...

mmmmmm che buone!!!!!! provero' al più presto l'abbinamento....


sei stata fortunata...avrebbero potuto chiamarsi

vulcani di pasta di grano duro con vellutta di zucca, emulsione di prezzemolo pugliese, olio extravergine d'oliva siciliano D.O.C., pepe di penja e succose cozze campane marinate nell'aglio di voghiera!!!

insomma nel leggerlo sarebbe finita la pausa pranzo e saresti rimasta a bocca asciutta....anzi a pancia vuota ;)
baci

lei ha detto...

lisa non sono mica andata in un ristorante di lusso... ma alla trattoria qua sotto!!! :-D