lunedì 4 giugno 2007

quelli che sento sono tuoni?

Piove. A dirotto. Il punto è che stamattina il cielo era coperto, e avendo lasciato l'ombrello formato famiglia in auto ho dovuto prendere quello formato criceto. Talmente piccolo che pure un'eventuale coda di un topo prenderebbe acqua. E talmente distrutto che ammetto di averlo rotto io, la sera del matrimonio. Per aprirlo sotto la pioggia battente, mentre venivano consegnate le bomboniere, il pomello m'è rimasto in mano. Lontano mille miglia dall'asta di metallo. Quindi sono fregata. Questa è la giusta punizione per aver ucciso l'ombrello di Illo. Oh povera me. Ho anche lo scarpino fighetto raso terra.

2 commenti:

la Simo ha detto...

Non hai ucciso l'ombrello di Illo, l'hai solo sacrificato per una giusta causa (la consegna delle bomboniere)! :P
Dai Lei, guarda il lato positivo.. a quest'ora dovresti già essere a casa, bella asciutta :)
Buona serata.

lei ha detto...

Sono arrivata asciuttissima!! a parte il pantalone nero causa pozzanghere e i capelli arruffati causa umidità ;-)